Legge per la Montagna, l’impegno di Anci Toscana per gli emendamenti

Riunita la Consulta in vista dell'iter parlamentare del provvedimento

Continua l’impegno di Anci Toscana per far sentire la voce dei Comuni nell’’iter parlamentare della cosiddetta “Legge per la Montagna”.

Nell’ambito del gruppo delle Anci regionali coordinate dall’associazione toscana, Anci nazionale ha presentato gli emendamenti che intende sottoporre e che recepiscono molte delle indicazioni fornite dalla Consulta della Montagna di Anci Toscana. Ma ci sono altri punti che l’associazione regionale ha evidenziato: per questo la Consulta, presieduta dal sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmo, si è riunita in via urgente ed ha condiviso un ulteriore documento, da inviare ad Anci nazionale per integrare gli emendamenti.

Due i punti fondamentali per Anci Toscana: la classificazione dei Comuni montani e la fiscalità di vantaggio. Il primo punto era già stato in gran parte recepito; sul secondo viene auspicato che il tema sia accolto e inserito nelle richieste finali di Anci. E’ anche stata sottolineata la necessità di affrontare il settore dei servizi, in particolare dei criteri per la loro definizione e il loro funzionamento.

Potrebbe interessarti anche