Punti digitali facili, Biffoni: “Uno strumento che funziona”

Il presidente Anci Toscana all'evento della Regione per il Festival dell'identità toscana

“Grazie ai Punti digitali facili, abbiamo dato una risposta seria e concreta per mettere tutti i cittadini nella condizione di utilizzare gli strumenti tecnologici e per non lasciare nessuno indietro. Con la Regione abbiamo portato avanti un rapporto che funziona davvero: le risorse disponibili sono state spese bene e abbiamo avviato un percorso che semplifica concretamente la vita dei cittadini. E di questo non posso che ringraziare l’assessore Ciuoffo e la struttura regionale”. Sono le parole del presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni, intervenuto stamani a Firenze all’evento La Toscana dei saperi digitali, nell’ambito del Festival dell’identità toscana.

La Rete dei punti Digitali Facili è in piena espansione e arriverà a contare 270 sportelli diffusi nei Comuni su tutto il territorio regionale, sportelli a cui i cittadini possono rivolgersi gratuitamenbte per avere supporto e assistenza per utilizzare gli strumenti tecnologici.  Un grande passo in avanti per migliorare le competenze informatiche, determinanti per un mondo sempre connesso e dove i servizi si stanno spostando sempre più on line. 

“C’è una transizione sempre più veloce rispetto alla vita quotidiana – ha aggiunto Biffoni – magari tra qualche anno la situazione sarà cambiata, i giovani di oggi avranno allora esigenze diverse: ma ora è giusto guardare alle esigenze dei nostri tempi, andare avanti con la costruzione di città più ordinate e civili. I punti digitali facili, che come ho potuto verificare personalmente sono veramente apprezzzati dai cittadini,  vanno esattamente in questa direzione”.    

Potrebbe interessarti anche

REVIVE

Sviluppare modelli di business collaborativi e innovativi per il rilancio delle aree interne del Mediterraneo

LEGGI TUTTO