Innovare e condividere, Comuni e startup per la transizione ecologica

A Montemurlo confronto per una nuova alleanza tra pubblico e privato

Oggi a Montemurlo una iniziativa organizzata da Anci Toscana  che ha dimostrato nei fatti come lo scambio di buone pratiche e di esperienze innovative tra pubblico e privato, sia una delle strade fondamentali per contribuire alla transizione ecologica e ad un futuro sostenibile e sicuro. All’archivio della storica azienda tessile Manteco si sono ritrovati sindaci, amministratori, startup innovative e associazioni, per condividere i rispettivi percorsi e gettare le basi di una collaborazione che appare sempre più decisiva. Lo ha ribadito nel suo intervento di apertura il presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni, che ha ricordato la recente, terribile esperienza dell’alluvione: “I nostri territori, i nostri cittadini, le nostre imprese non possono permettersi di trovarsi impreparati di fronte ad un cambiamento climatico che è nei fatti. Non c’è più tempo: non dobbiamo pensare al ‘se’ ma al ‘come’, dobbiamo mettere insieme le risposte e fare un percorso condiviso con le imprese più innovative, utilizzando le idee e la tecnologia”. 

Tre panel di approfondimento dell’iniziativa: economia circolare e finanza locale; rinaturalizzazione urbana e difesa della biodiversità; decarbonizzazione come risorsa per le filiere agroalimentari. Gli amministratori hanno raccontato le loro esperienze più avanzate nei diversi settori (come Moreno Botti sindaco di Loro Ciuffenna, Edoardo Prestanti sindaco di Carmignano, Vito Rizzo sindaco della siciliana Balestrate, gli assessori di Capannori Giordano Del Chiaro, Valerio Barberis di Prato, Jacopo Bencini di Pontassieve); dalle startup si è appreso come ottimizzare la raccolta differenziata con un sensore pug and play (Re-Learn); come utilizzare una moneta digitale nel campo delle buone pratiche di cittadinanza (circuito IES); come utilizzare le tecnologie nel campo della biodiversità (Development 3Bee);  come rilasciare incentivi per promuovere la mobilità sostenibile (Pinbike); come sfruttare le tecnologia per monitorare la qualità dell’aria (Wiseair). E poi tra gli altri gli interventi di Giuseppe Forastiero vicesindaco di Montemurlo, Matteo Mantellassi co-Ceo di Manteco spa, Monica Tocchi presidente ‘Amministratori per l’Ambiente’, Roberta Casini delegata all’Agricoltura Anci Toscana e sindaca di Lucignano, Sandro Fallani delegato all’Ambiente  Anci Toscana e sindaco di Scandicci; oltre al ‘padrone di casa’ Franco Mantellassi di Manteco. 

“Esperienze come quelle di oggi sono fondamentali per gli amministratori – ha detto il direttore di Anci Toscana Simone Gheri – Noi crediamo fermamente nel contributo che può portare il confronto su temi come la transizione ecologica, l’ambiente, la biodiversità e continueremo con convinzione in questo percorso”. 

Potrebbe interessarti anche

ADAPTWISE

ADAPTWISE

Con ADAPTWISE, portiamo la resilienza alle conseguenze dei cambiamenti climatici al cuore delle comunità.

LEGGI TUTTO