Comuni geotermici: “Concessioni, occasione da non perdere”

Il sindaco e delegato AnciToscana Balocchi all'evento del Festival dell'identità toscana

“Per i Comuni geotermici toscani si sta aprendo una fase molto importante: con il rinnovo delle concessioni fino a 20 anni deciso dal governo, abbiamo l’opportunità di agganciare il treno della contemporaneità e fare un passo decisivo per lo sviluppo dei nostri territori. Mi auguro che dalla collaborazione tra gli enti locali, la Regione e il concessionario si possa trovare una strada condivisa non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economico”. E’ quanto ha detto stamani il sindaco di Santa Fiora Federico Balocchi, delegato Anci Toscana per la geotermia, all’evento “La Toscana geotermica” che si è tenuto in Regione nell’ambito del Festival dell’identità toscana.   

“Quella della geotermia è una risorsa che la Toscana vuole coltivare e ringrazio la Regione per aver organizzato questo evento nell’ambito del Festival – ha aggiunto Balocchi – Finora abbiamo fatto un bel pezzo di strada, ma c’è ancora molto da fare: i nostri Comuni, nonostante producano energia, sono di fatto aree di crisi. Quindi è importante impostare un lavoro condiviso in vista del rilascio delle concessioni. L’obiettivo è chiaro: fare in modo che le risorse in arrivo possano portare ad un miglioramento generale dei servizi e dell’occupazione, per contrastare lo spopolamento delle nostre terre e far sì che la risorsa geotermica possa portare benefici ambientali e sociali per tutti. Vogliamo dimostrare che la geotermia può essere volano di sviluppo sostenibile ed i paesi geotermici luoghi dove vivere bene, cogliendo questa storica occasione per innalzare ulteriormente gli standard ambientali” . 

Ricordiamo che gli investimenti necessari alla concessione della proroga riguardano interventi di manutenzione e di miglioramento tecnologico degli impianti, anche volti alla riduzione delle emissioni; interventi minerari per recuperare il declino naturale del campo geotermico; interventi per la sostenibilità ambientale, comprensivi di misure volte alla tutela e al ripristino ambientale dei territori interessati dalla concessione di coltivazione; interventi per la realizzazione di nuovi impianti di produzione e le attività minerarie a essi connesse, ovvero per il potenziamento degli impianti esistenti; misure per l’innalzamento dei livelli occupazionali nei territori interessati dalla concessione di coltivazione.

Potrebbe interessarti anche

ADAPTWISE

ADAPTWISE

Con ADAPTWISE, portiamo la resilienza alle conseguenze dei cambiamenti climatici al cuore delle comunità.

LEGGI TUTTO