Comuni in parchi e aree protette, nuovo evento nazionale a Venzone

Il 27 e 28 giugno nuovo evento del Coordinamento guidato da Anci Toscana

Un nuovo importante appuntamento per i Comuni che si trovano all’interno di parchi e aree protette: il 27 e 28 giugno si terrà la seconda tappa della roadmap di Anci a Venzone, bellissimo e storico borgo friulano in provincia di Udine. Sarà l’occasione per raccogliere e condividere le proposte per rafforzare il ruolo e la capacità operativa dei parchi nazionali e regionali e dei Comuni che fanno parte delle Comunità dei Parchi. L’iniziativa nasce dopo la costituzione del Coordinamento nazionale Anci, guidato da Anci Toscana, quale comunità di pratica per mettere a sistema le esperienze condotte e come laboratorio per accrescere la capacità di proposta per la valorizzazione dei territori; e il percorso di lavoro condiviso prevede una serie di incontri territoriali. L’appuntamento di Venzone è importante anche perché proprio in questa fase si sta avviando una prospettiva di revisione della legge quadro del settore (394/91).

Il Coordinamento dei comuni delle Aree Naturali Protette e delle loro Comunità è un ambizioso progetto Anci che ha designato Anci Toscana come referente, visto il lavoro ‘pioneristico’ svolto dall’associazione regionale negli ultimi anni con i Parchi e i Comuni coinvolti. Il Coordinamento intende coniugare lo sviluppo socioeconomico e la conservazione e la tutela della natura e dell’ambiente. I parchi e le aree naturali italiane non rappresentano soltanto un presidio per la difesa dell’ambiente e la tutela della biodiversit; in queste aree, che coprono il 22% del territorio nazionale, si trovano oltre mille Comuni dove vivono e lavorano migliaia di persone e dunque possono rappresentare dei veri e propri laboratori delle politiche di sviluppo locale, grazie alla connessione con le comunità e le amministrazioni locali, anche per una gestione pattizia dei beni comuni all’interno di un sistema di regole condivise, per raggiungere insieme un obiettivo di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Qui per iscrizioni

Qui per ospitalità

Potrebbe interessarti anche