fbpx
Stampa questa pagina
"Presenti al futuro", diretta youtube per la maratona on line sui borghi
14 Ott

"Presenti al futuro", diretta youtube per la maratona on line sui borghi

Domani e venerdì l'hackaton che si chiuderà a Loro Ciuffenna con il confronto tra Biffoni e Giani

 

 

Si aprirà domani da Sorano Ia maratona on line “Presenti al futuro. Le nuove sfide per i borghi", due giorni per discutere di come valorizzare e cambiare la prospettiva sui borghi, un grande patrimonio del nostro territori, da riscoprire con concretezza di obiettivi e politiche. Sindaci, amministratori, associazioni, docenti universitari, tecnici discuteranno di syrategie e soluzioni in cinque diverse sessioni tematiche su servizi, infrastrutture, turismo, finanziamenti, energia. Venerdì alle 16 la chiusura sarà affidata al confronto tra il presidente Anci Toscana Matteo Biffoni e il presidente della Toscana Eugenio Giani, che si terrà in presenza a Loro Ciuffenna alle  16, presso i locali della Filanda. 

L'indirizzo per seguire i lavori on line è https://youtu.be/1j6SiZ0_WMM.

Tra gli ospiti ricordiamo Massimo Castelli, coordinatore nazionale Anci Piccoli Comuni e sindaco di Cerignale, il paesologo Franco Arminio, l’antropologo e scrittore Vito Teti,  Legambiente, Symbola, Fondazione Etica, Ocse, Cresme, docenti dell’Università di Firenze, di Torino, del Politecnico di Milano e tanti sindaci, che porteranno la forza della loro esperienza sul campo e coordineranno i tyavoli: oltre a Pierandrea Vanni, Lucia Baracchini sindaco di Pontremoli, Roberta Casini responsabile Agricoltura Anci Toscana e sindaco di Lucignano; Agnese Carletti sindaco di San Casciano dei Bagni; Nicolò Caleri responsabile Politiche Controesodo Anci Toscana e sindaco di Pratovecchio Stia.

“Con ‘’Presenti al futuro’ si realizza una fase di confronto a più' voci e di proposta, che vuol significare anche un salto di qualità nell'iniziativa dei borghi toscani e di Anci - spiega Pierandrea Vanni, sindaco di Sorano e responsabile Anci Toscana per i borghi - Ormai si va affermando con forza una richiesta di fondo:i borghi vogliono vivere e conservare intatta la loro qualità della vita e il loro ruolo di tutela del patrimonio storico, artistico e naturale.I borghi vogliono andare dunque ben oltre l'effetto cartolina e pongono al governo nazionale, al parlamento, alla Regione e agli stessi Comuni una istanza precisa: servono politiche mirate e una programmazione degli interventi che assicuri i servizi essenziali per i cittadini, che superi gli squilibri e le criticità che si sono accumulate negli anni e che consenta ai borghi di assolvere a compiti nuovi in una società in profonda trasformazione”. 

Qui il programma dell'evento