Aree degradate e semplificazione paesaggistica - ANCI Toscana

Aree degradate e semplificazione paesaggistica

(0 Voti)

Il 30 dicembre 2013 è stato firmato l’accordo tra Regione e Anci per l’attuazione del codice dei beni culturali e del paesaggio in merito alla riqualificazione delle aree gravemente compromesse e degradate e alle procedure semplificate da applicare nelle aree vincolate per legge (ex Galasso).
Tramite questo accordo Anci collabora con i Comuni per proporre alla Regione, nell’ambito dell’attuazione e dell’integrazione del PIT (Piano di Indirizzo Territoriale) regionale, con valenza di piano paesaggistico:
a) la individuazione di specifiche aree, tra quelle vincolate per legge, nelle quali la realizzazione di interventi può avvenire con procedura semplificata;
b) la individuazione di aree gravemente compromesse o degradate nelle quali la realizzazione degli interventi effettivamente volti al recupero ed alla riqualificazione non richiede il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.
Per l’attuazione di questo accordo sono stati stipulati specifici accordi tra Anci e i 20 Comuni interessati, che prevedono di mettere a loro disposizione, per la predisposizione della schedatura e le proposte, uno staff tecnico individuato a seguito di selezione pubblica, utilizzando in finanziamento messo a disposizione dalla Regione.
Di questi venti Comuni 17 sono gli stessi che hanno stipulato l’accordo per la rigenerazione urbana(Arezzo, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Campi Bisenzio, Chiesina Uzzanese, Colle di Val d'Elsa, Empoli, Fiesole, , Lucca, Massa, Montelupo Fiorentino, Pietrasanta, Pistoia, Poggibonsi, Prato, San Giuliano Terme, e l’Unione di Scarperia e San Piero), mentre tre sono stati selezionati (Capolona, Monterchi e Santa Croce sull’Arno), rispettando l’ordine di graduatoria, in sostituzione di altrettanti Comuni interessati al solo accordo sulla rigenerazione.

LA DEFINIZIONE DELLE SCHEDE TIPO

Per la sperimentazione sono stati utilizzati i seguenti modelli di scheda, di seguito allegati, che possono costituire utile riferimento per le proposte di semplificazione di tutti i Comuni, 
word 1. il modello di scheda, elaborato 6B allegato al PIT, di rilevamento delle aree gravemente compromesse o degradate di cui all'art. 143, comma 4, lettera b) del Codice;
word 2. la bozza provvisoria, concordata tra Regione e ANCI e sottoposta a verifiche preliminari con il MIBACT, di modello di scheda di rilevamento delle fasce di tutela contermini ai fiumi, torrenti e corsi d’acqua di cui all'art. 143, comma 4, lettera a) del Codice;
word 3. la bozza provvisoria, concordata tra Regione e ANCI e non ancora sottoposta a verifiche preliminari con il MIBACT, di modello di scheda di rilevamento delle aree di tutela contermini ai laghi di cui all'art. 143, comma 4, lettera a) del Codice;

 Viene inoltre allegata una presentazione descrittiva della sperimentazione.

pdf Presentazione descrittiva della sperimentazione

Usando questo sito l'utente accetta l'installazione dei "cookie" sul proprio browser. Per saperne di piu' Approvo

ANCI Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Iscriviti alla nuova Newsletter di Anci Toscana per restare sempre aggiornato sulle novità che riguardano il mondo dei comuni

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa