Urbanistica, aggiornate norme regionali per i Comuni toscani - ANCI Toscana

06 Feb

Urbanistica, aggiornate norme regionali per i Comuni toscani

Per ridurre il consumo di suolo e per la rigenerazione urbana. Stanziati 7 milioni

Nuove opportunità saranno offerte ai Comuni toscani per interventi di pianificazione volti alla riduzione del consumo di suolo, al riuso e alla rigenerazione del territorio. E saranno incentivate e sostenute strategie di area vasta per favorire un miglior funzionamento dei servizi e ad un utilizzo più razionale del territorio. Tutto questo grazie a tre provvedimenti, proposti dall’assessore alle infrastrutture e al governo del territorio Vincenzo Ceccarelli, e approvati dalla giunta regionale nel corso della sua ultima seduta.

Grazie alle modifiche proposte alla legge per il recupero del patrimonio edilizio esistente (la n. 3 del 2017), che ora passeranno al Consiglio Regionale per la valutazione delle commissioni e dell’aula, verrà ampliato il campo di applicazione della norma anche agli immobili, che abbiano qualsiasi destinazione d'uso, in condizioni di abbandono e degrado situati nei centri storici dei comuni ubicati nelle aree interne. In questo caso non è previsto un premio in termini volumetrici, bensì l'abbattimento del 50 per cento degli oneri di urbanizzazione.

Altra novità sarà l’obbligo per i Comuni di applicare una riduzione minima del 50 per cento degli specifici oneri per il mutamento della destinazione d’uso agricola: una misura significativa per favorire il recupero delle residenze rurali abbandonate.

E’ stato inoltre previsto l’ampliamento del campo di applicazione includendo anche gli immobili per i quali sia stata rilasciata la sanatoria edilizia straordinaria o siano state applicate le specifiche sanzioni pecuniarie previste dalla normativa vigente in caso di incrementi volumetrici o di superficie utile, detraendo dalla superficie realizzabile, in applicazione della legge stessa, quanto già abusivamente realizzato. Al fine di favorire la realizzazione degli interventi consentiti dalla legge, infine, è stato proposto l'innalzamento del premio volumetrico in rapporto alla prestazione 

La giunta ha poi approvato una delibera con la quale stabilisce i criteri per la concessione dei contributi regionali per i Piani operativi intercomunali, introdotti con l’ultima modifica alla legge urbanistica, la 65/2014. Con lo stesso atto ha destinato ai contributi per la redazione dei Piani oltre 410mila euro per il triennio 2020-22. Decisa, infine, la destinazione di 6,6 milioni di risorse del bilancio di previsione 2020-22 allo scorrimento della graduatoria degli interventi di rigenerazione urbana del bando 2019 selezionati a seguito della delibera di giunta 175 del 2019.

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa