Contratto degli operai forestali, la Regione coprirà i costi dell'integrativo - ANCI Toscana

29 Lug

Contratto degli operai forestali, la Regione coprirà i costi dell'integrativo

L'accordo raggiunto dopo il rinnovo tra Anci Toscana e sindacati di settore

Dopo il rinnovo del contratto integrativo regionale dei forestali tra sindacati a Anci Toscana, siglato nel maggio scorso, la Regione interverrà direttamente per sostenere i costi aggiuntivi dell’accordo, che interessa oltre 400 operai, tutti dipendenti di Unioni dei Comuni e Comuni. Come ha spiegato l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi , la Regione Toscana si impegnerà quindi a sostenere per il 2019 gran parte dei costi aggiuntivi previsti: circa 1.220 euro a operaio (su un totale di 1.700). Complessivamente l'intervento sarà di 500.000 euro che saranno liquidate in due tranche, e comunque entro il 31 dicembre di quest'anno.

“Siamo soddisfatti del lavoro che ha portato a questo risultato – ha detto il direttore di Anci Toscana Simone Gheri – e che ci ha visto protagonisti negli ultimi tre anni in un settore, quello della forestazione, che prima non era di nostra competenza. Non solo si è sbloccato il contratto integrativo, ma abbiamo ottenuto le risorse per la forestazione nei prossimi tre anni e abbiamo ottenuto dal consiglio regionale una modifica alla legge 68, che ribadisce la centralità delle Unioni di Comuni e garantisce risorse anche per il funzionamento delle istituzioni”.

Da parte sua Marcello Giuntini, sindaco di Massa Marittima e responsabile Anci Toscana del settore, ha aggiunto che “nella trattativa con i sindacati siamo stati riconosciuti interlocutori crdibili e questo alla fine ha portato ad un risultati tangibile. Dobbiamo andare avanti su questa strada”.

“L'intervento regionale – ha commentato  l'assessore Remaschi - vuol evidenziare il valore che attribuiamo al nostro contingente di operai forestali, alla loro competenza e professionalità  e al loro ruolo decisivo, non solo per la valorizzazione e riqualificazione del patrimonio forestale regionale, ma anche per la lotta agli incendi boschivi e per la difesa del suolo. Con il contratto nazionale che manca da oltre 6 anni il recente  rinnovo dell'integrativo, compenserà la perdita di potere d'acquisto delle retribuzioni. Ha quindi un peso specifico importante per i lavoratori: per questo  la Regione si è quindi dimostrata pronta a fare la sua parte".

In Toscana il patrimonio forestale occupa oltre il 50% della superficie regionale. Il 10% di questo patrimonio è di proprietà della Regione Toscana:  si tratta di oltre 100 mila ettari  che rappresentano una risorsa strategica sotto il profilo ambientale e un'importante opportunità per lo sviluppo economico dei territori, in particolare delle aree interne e montane. Gli operai forestali operano nelle Unioni di Comuni e nei Comuni, su delega regionale alla forestazione, ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria. Inoltre hanno un ruolo decisivo quando si tratta di intervenire per gli incendi,  sia nello spegnimento  sia nelle operazioni di bonifica.

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa