Summit Città di Bucarest, Simona Neri tra i giovani sindaci italiani - ANCI Toscana

15 Mar

Summit Città di Bucarest, Simona Neri tra i giovani sindaci italiani

La sindaca di Pergine alla due giorni che ha discusso dell'Europa che sarà

Giovani amministratori, della cosiddetta generazione Erasmus. Giovani amministratori appassionati di politica, spesso impegnati in quei piccoli Comuni delle aree interne dove fare il sindaco o il consigliere comunale è una vera e propria azione di volontariato civico al servizio delle comunità. Ci sono anche loro, in rappresentanza dell’Italia, al summit europeo delle Regioni e delle Città, che per due giorni a Bucarest discuterà dell’Europa che sarà. Al termine dei lavori, infatti, verrà adottata una dichiarazione che riaffermerà quale necessità primaria quella di un Parlamento e di una Commissione più vicina alle esigenze delle autonomie locali. Tra gli otto amministratori under 35 a rappresentare l'Italia anche Simona Neri, sindaco di Laterina Pergine e responsabile Anci Toscana del progetto contro ludopatie e bullismo.  

Simona, insieme a Ginevra, Federica, Davide, Francesco, Alessandro, Silvia e Valentina ha le idee molto chiare; tutti, nonostante le diverse appartenenze politiche, hanno come obiettvo rafforzare e pensare a politiche più inclusive significa soddisfare a monte le esigenze degli stati membri e a valle quelle delle comunità locali. Nello specifico i giovani amministratori italiani chiedono un’Europa che non sia più prigioniera dei veti, che abbia più momenti di confronto, che punti di più sulla comunicazione per spiegare cosa fa l’Europa. E ancora un’Europa che valorizzi il ruolo della donna, seguendo l’esempio della Romania dove il primo http://www.anci.it/wp-content/uploads/WhatsApp-Image-2019-03-14-at-14.45.56-768x432.jpeg 768w, http://www.anci.it/wp-content/uploads/WhatsApp-Image-2019-03-14-at-14.45.56.jpeg 1024w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px">ministro e il sindaco della capitale sono donne. E poi più sussidiarietà e rispetto per le nazioni che ne fanno parte e più efficaci politiche di prossimità, nel rispetto delle peculiarità e delle tipicità dei territori.
Ma a Bucarest si è parlato anche di altri giovani, quelli che in queste ore stanno mettendo in campo azioni eclatanti sul clima che si concretizzeranno. Il 15 marzo è las giornata del movimento “Youth for Climate” che porta in piazza giovani e attivisti in tutto il mondo per chiedere misure immediate per arginare il riscaldamento globale. Il CdR ha ribadito l’appoggio a questo ‘sciopero’ globale per il futuro, tramite l’appello all’UE affinché intensifichi i propri sforzi, impegnandosi a mantenere l’aumento delle temperature ben al di sotto di 2ºC e adoperandosi per realizzare un’Europa a zero emissioni di carbonio entro il 2050. "I giovani – ha affermato il presidente del CdR Karl-Heinz Lambertz – scendono in piazza per chiedere ai leader mondiali di mantenere gli impegni assunti a Parigi per il clima. È a livello locale che la lotta contro i cambiamenti climatici sarà vinta e le città e le regioni stanno andando oltre gli obiettivi nazionali". Anche la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini ha rimarcato come “le regioni e le città sono lo snodo decisivo per trasformare in realtà gli obiettivi delle Nazioni Unite in materia di sviluppo sostenibile. I fondi strutturali europei sono lo strumento più potente che abbiamo in questa lotta per il futuro. La mobilitazione delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi è un segnale di speranza che rafforza la nostra determinazione nel portare avanti questa battaglia nella definizione del bilancio europeo 2021-2027 e nell’armonizzare le politiche europee, nazionali, regionali e locali in modo da remare tutti nella stessa direzione”.

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa