Gli interventi dei sindaci toscani alla XXXV Assemblea Anci - ANCI Toscana

24 Ott

Gli interventi dei sindaci toscani alla XXXV Assemblea Anci

Sul palco in questi tre giorni Biffoni, Nardella, Bernini e Ghinelli  

Alla XXXV Assemblea nazionale dell'Anci che si è chiusa giovedì mattina a Rimini sono intevenuti quattro sindaci toscani: Il presidente di  AnciToscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni, il sindaco di Firenze e coordinatore delle città metropoltane Dario Nardella, la sindaca di Empoli Branda Barnini e il sindaco di Arezzo e vicepresidente AnciToscana Alessandro Ghinelli.
“Per far esprimere al meglio le aziende sul territorio, siano esse italiane o straniere, servono regole chiare e snelle. L’imbarazzante e pletorico percorso burocratico che dobbiamo fare per far ampliare un capannone o costruire finanche un marciapiede è defaticante e svilente. Chi fa il furbo è giusto che vada in galera ma lo Stato ci dia più fiducia perché i sindaci lavorano ogni giorno per fare il meglio per le proprie comunità - ha detto Matteo Biffoni - Vogliamo ampliare le opportunità per tutte le aziende che vogliono fare impresa nei nostri territori – ha aggiunto Biffoni - tenendo ben presente che non si può giocare fuori dalle regole. A Prato stiamo provando a farlo, ripensando il piano regolatore che rende più facile ampliare un capannone o spostare le merci". "Facciamo un patto con lo Stato - ha ribadito Biffoni -  Dateci fiducia: noi non siamo qui per rubare, ma per fare cose per i cittadini".
Dal canto suo, Nardella ha poi parlato della campagna Anci per reintrodurre l'educazione civica come materia scolastica, partita proprio per sua iniziativa: "“Sono contentissimo che l’Anci abbia fatto sua la proposta di legge. I sindaci ne hanno subito compreso importanza. C’è tempo fino a dicembre per raggiungere il traguardo delle 50mila firme, per questo invito i sindaci a farsi promotori di questa iniziativa, a firmare e a far firmare una proposta che se arriverà in Parlamento obbligherà il Parlamento stesso a discuterla e votarla”. “I sindaci – ha ricordato Nardella – sono un punto riferimento per i cittadini e questa è una cosa straordinaria. Nella perdita di credibilità della classe politica i sindaci rappresentano un argine alla perdita di fiducia nelle istituzioni. Per questo promuovere azioni come questa sull’ora di cittadinanza nelle scuole, con la collaborazione attiva della cittadinanza è fondamentale. Nel quarantennale dell’uccisione di Aldo Moro che introdusse l’educazione civica in tutte le scuole, vogliamo rafforzare quel principio, rafforzandolo e promuovendolo insieme ad altri insegnamenti come l’educazione alimentare, l’educazione digitale e l’insegnamento della Costituzione”.  
E' intervenuta anche Branda Barnini, nello sdpazio dedicato alle politiche per i giovani: "Facciamo in modo che i nostri giovani possano pensare e vivere il proprio futuro nelle loro città, senza sognare di andare altrove. Dobbiamo creare le condizioni perchè non vogliano andare via: lo dobbiamo fare con il nostro impegno quotidiano di amministratori. Continuiamo a fare scalpore perché il nostro paese continua a fare fatica a lasciare spazio ai giovani. Oggi il loro principale desiderio è quello di viaggiare, di fuggire dal nostro paese. Se non ripartiamo da qui non avremo futuro. Come possiamo dire che le nostre politiche siano adeguate ed efficaci se non facciamo in modo che il protagonismo dei giovani nella comunità locale inizi prima di quanto siamo abituati a pensare?”. 
L'ultimo intervento è stato di Ghinelli.  “L’assemblea è il luogo ideale dove le due Italie, quella centrale e periferica, si incontrano per un obiettivo comune: la crescita del Paese ed il benessere dei cittadini visto dal punto di vista dei sindaci". E in questo quadro fondamentale è la semplificazione: "Un esempio: quando si costruiscono sovrastrutture come le Ato, si pensi prima al bene dei cittadini, senza appensantire e complicare l'azione dei sindaci".
 
 

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa