Costi smaltimento rifiuti, no allo scaricabarile sui sindaci - ANCI Toscana

26 Lug

Costi smaltimento rifiuti, no allo scaricabarile sui sindaci

Anci respinge le accuse sull'aumento dei prezzi del servizio

“Sostenere in modo allarmistico che il costo dello smaltimento dei rifiuti è aumentato del 70 per cento negli ultimi dieci anni è falso. Per una scelta del legislatore,  dal 2014 in poi la Tari deve coprire integralmente i costi di smaltimento dei rifiuti. Questo significa che se prima i Comuni potevano attingere a risorse del loro bilancio ora, per legge, non possono più farlo ma devono recuperare l’intero costo del servizio attraverso questa tassa. Se i Comuni si limitano a un giroconto, prelevano dai contribuenti per versare nelle casse delle società che gestiscono il servizio, parlare di amministrazioni locali inefficienti è quanto meno fuorviante. Inoltre non sfugge a nessuno che il piano di gestione dei rifiuti e la regolazione dell'impiantistica sono di competenza delle Regioni. I sindaci sono i terminali del processo. Quelli che cercano di garantire città pulite e che vengono chiamati, dai cittadini, a rispondere di ogni singolo rifiuto non prelevato o strada non pulita. È giusto così, non ce ne lamentiamo. Ma attribuirci la responsabilità di un aumento di costi che non c’è stato e giocare allo scaricabarile non è accettabile”. Lo dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro. 

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa