Agenda digitale toscana, dieci tappe per l'innovazione della PA - ANCI Toscana

25 Mag

Agenda digitale toscana, dieci tappe per l'innovazione della PA

Squittieri: "Più i Comuni si innovano, più risposte arrivano a cittadini e imprese"

Dieci tappe per raccogliere istanze e idee, condividere idee e azioni, offrire spazi di partecipazione e confronto per enti, imprese e cittadini. Le tappe per l'Agenda digitale toscana proseguono e la Regione organizza in collaborazione con AnciToscana e Cispel Toscana (associazioni che rappresentano rispettivamente i comuni e le aziende di pubblico servizio) dieci incontri, uno per provincia. Il format è innovativo, con incontri aperti alla partecipazione e organizzati in gruppi di lavoro su quattro grandi temi strettamente legati all'agenda digitale: infrastrutture e piattaforme digitali, servizi on line e Open Toscana, ovvero il portale della Regione aperto alle altre pubbliche amministrazioni, smart cities, nuova comunicazione pubblica. Saranno dieci incontri con la partecipazione di Comuni, imprese e innovatori. Si parte da Lucca il 1 giugno, quindi Prato (29 giugno), Grosseto (2 luglio), Livorno (6 luglio), Pistoia (7 settembre), Firenze (14 settembre), Arezzo (21 settembre), Massa Carrara (28 settembre), Siena (5 ottobre) e Pisa (12 ottobre). 

L'iniziativa è stata presentata stamani a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione. Con l'assessore alla presidenza della Toscana Vittorio Bugli c'erano l'assessore di Prato Benedetta Squittieri nelle vesti di coordinatrice per Anci Toscana di e-government e innovazione, l'assessore di Figline Incisa Lorenzo Tilli, vice presidente di Anci Toscana Giovani, il direttore di Cispel Toscana Andrea Sbandati e Paolo Chiappini direttore di Fondazione Sistema Toscana.

La Regione Toscana ha creato un grande ecosistema: banda larga e ultralarga per internet veloce, un data center pubblico per fornire servizi e ospitare i sistemi di Comuni e amministrazioni pubbliche, le piattaforme Arpa, Iris, Dax, Fert, Interpro. Il viaggio nei territori sarà l'occasione per fare il punto su cosa è stato fatto e quello che resta da fare. Si parlerà anche di Open Toscana, che è la ‘casa' dei servizi digitali: una piattaforma aperta creata dalla Regione e che si candida ad ospitare i servizi dei comuni, luogo anche della partecipazione e della collaborazione tra cittadini e pubblica amministrazione. Una Toscana, insomma, a portata di clic. Ci sarà un focus dedicato alle smart cities – open data, ambiente, sicurezza, infomobilità e molto altro -  perché nelle città intelligenti cittadini e imprese lavorano meglio, consumano meno energie, organizzano le proprie vite in modo più semplice, hanno miglior accesso alle informazioni. Un modello da replicare perché nessun territorio rimanga indietro. E poi ci sono naturalmente le piattaforme web e social e le chat per parlare in modo più diretto con i cittadini.

"Più si innovano le pubbliche amministrazione, più risposte arrivano ai cittadini e alle imprese - ha detto Benedetta Squittieri - Da questo punto di vidta sono impegnati tutti i Comuni toscani, in questo lavoro che Anci ha fatto insieme alla Regione. Crediamo che queste dieci tappe servano non solo a presentare questa attività nei territori, ma anche ad approfondire le singole questioni dei temi dell'Agenda digitale".

Nel 2016 la Toscana ha portato infatti nelle zone anche più periferiche della Regione la banda larga, con oltre 30 mila utenze attivate. Da qualche giorno è partito il cantiere per la banda ultralarga, con 257 milioni investiti ancora da Regione e Ministero allo sviluppo economico per portare la fibra ottica, entro il 2020, nelle aree bianche, ovvero dove gli operatori privati non investono perché non ci sono le condizioni di mercato. La Toscana sarà la prima in Italia a garantire ovunque connessioni fino a un gigabit al secondo. Per questo è nato quattro anni fa Open Toscana, open.toscana.it: una piattaforma per accedere ai servizi on line della Pa in maniera semplice, sicura e immediata, per pagare il bollo auto, i ticket sanitari ed altri tributi dal telefonino o seduti comodamente in salotto, per accedere ai propri fascicoli, dalla sanità alla ‘giustizia digitale', per le imprese che devono comunicare con i Suap comunali le cui procedure sono state tutte uniformate, per presentare richieste e istanze. Open Toscana è infatti una piattaforma aperta e pronta ad ospitare i servizi di tutta la Pa e non solo della Regione.

 

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa