Messa in sicurezza edifici e territorio, richiesta finanziamenti entro il 20/2 - ANCI Toscana

31 Gen

Messa in sicurezza edifici e territorio, richiesta finanziamenti entro il 20/2

Le domande dei Comuni potranno essere inviate solo per via telematica

Potranno essere inviate solo per via telematica le richieste dei fondi sblocca-investimenti, che permetteranno ai Comuni di accedere ai finanziamenti messi a disposizione nell’ultima manovra, per gli enti che non hanno avanzi di bilancio da liberare. Le richieste andranno presentate entro il 20 febbraio. In particolare, Il comma 853, dell’articolo 1, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 2018) prevede l'assegnazione, per il triennio 2018-2020, a favore dei comuni, che non risultano già beneficiari delle erogazioni connesse al "Bando periferie”, di contributi per investimenti in opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. I contributi sono quantificati nel limite complessivo di 150 milioni di euro per l’anno 2018, i 300 milioni di euro per l’anno 2019 e di 400 milioni di euro per l’anno 2020. 

È stato pubblicato sul sito http://dait.interno.gov.it/finanza-locale/documenti/decreto-29-gennaio-2018 il decreto del Ministero dell’interno che approva il modello di certificazione informatizzato da utilizzare per la richiesta dei contributi per l’anno 2018, che deve essere sottoscritto con firma digitale dal rappresentante legale e dal responsabile finanziario dell’ente. L’allegato A al decreto costituisce esclusivamente rappresentazione grafica del modello informatizzato valido per la richiesta del contributo. Non saranno prese in considerazione richieste di contributi inviate con modalità diverse da quella informatizzata.

Ciascun comune potrà richiedere il contributo per una o più opere di messa in sicurezza degli edifici o del territorio, per un importo massimo di 5.225.000 euro complessivi. 

Sono escluse dalla procedura di assegnazione le richieste riferite ad opere non incluse in uno strumento di programmazione (quale, ad esempio il piano triennale delle opere pubbliche); o per le quali il CUP indicato non è valido o risulta erroneamente indicato; o relative ad opere integralmente finanziate da altri soggetti. Saranno parimenti escluse le richieste avanzate dai comuni che, alla data di presentazione della richiesta, non abbiano inviato alla BDAP l’ultimo rendiconto della gestione approvato, il piano degli indicatori e il piano dei conti, con l’esclusione degli enti del sisma 2016 per i quali sono sospesi i termini per l’invio di tali documenti contabili. 

Sul sito http://dait.interno.gov.it/documenti/com290118-2_0.pdf  sono disponibili le istruzioni per la compilazione del modello di certificazione. Il termine perentorio per la richiesta dei contributi è fissato alle ore 24 del 20 febbraio 2018.

Usando questo sito l'utente accetta l'installazione dei "cookie" sul proprio browser. Per saperne di piu' Approvo

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa