Biffoni alla Regione: "Ripartiamo insieme, abbiamo un obiettivo comune" - ANCI Toscana

30 Set

Biffoni alla Regione: "Ripartiamo insieme, abbiamo un obiettivo comune"

L'intervento del presidente di Anci Toscana 

Ecco l'intervento del presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni sui rapporti tra l'associazione dei Comuni e la Regione Toscana.

Non può che farci piacere, come sistema dei Comuni, la ampia attenzione che la Regione ha riservato alle considerazioni emerse durante la recente assemblea di Anci Toscana. Il confronto di Anci Toscana con la Regione può e deve essere un punto da cui ripartire per una rinnovata collaborazione e condivisione delle scelte, aldilà di polemiche che non sono mai state nel nostro intento, e neppure nel nostro DNA. Sappiamo bene che la Regione ha a cuore la qualità della vita dei nostri cittadini, esattamente come noi. Ed è proprio questa consapevolezza che sta alla base delle nostre dichiarazioni, che hanno l'unico obiettivo di perseguire la condivisione delle responsabilità, riconoscendo alla Regione il ruolo innegabile di 'partner dei partner'.

Su molti temi importanti, sui quali c'è stata una concreta collaborazione, abbiamo ottenuto ottimi risultati: penso alla sanità, al turismo, allo scottante e poco popolare tema dei migranti, alle politiche per l'innovazione, alle politiche sulla montagna, i contratti di fiume e gli orti urbani, dove il dialogo è stato aperto e il confronto ha portato benefici per tutti. E questo dimostra quanto il reciproco ascolto abbia funzionato e quanto sia lontana da noi ogni velleità divisiva. Per questo su altri temi abbiamo voluto segnalare un disagio.
Per fare alcuni brevi (e non esaustivi) accenni ai temi trattati dal Presidente Rossi: riguardo le Province, penso che sarebbe utile fare insieme il punto di una situazione complessa e di come si sta rispondendo alle esigenze dei cittadini e delle imprese; i sindaci su questo fronte si stanno impegnando con grande spirito di servizio e si assumono responsabilità in modo volontaristico (e non retribuito), ma certo non basta e sulle aree omogenee tratteggiate dal Prs porteremo le nostre idee.
Quanto alle risorse che la Regione affida ai Comuni, circa 300 milioni, sono risorse che i comuni utilizzano per accrescere a migliorare la qualità della vita e dei servizi di tutta la Toscana: si tratta di interventi per le scuole, per la viabilità, per la sicurezza, per la difesa del suolo. Tutti elementi essenziali per il territorio e per il buon vivere dei cittadini toscani e per cui riconosciamo senza problema il ruolo attivo e protagonista della Regione Toscana. E sulle altre questioni oggetto di confronto, siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità ma vorremmo che ci fosse la debita considerazione dei motivi di disagio dei sindaci, con L'obiettivo di arrivare alla individuazione delle scelte migliori in maniera condivisa.

E con l'occasione, voglio anche chiarire un altro punto, a cui tengo particolarmente. Qui non si parla di questioni politiche, di PD o MPD o qualsiasi altra formazione, anzi non ci interessa per nulla perché non è né il luogo né il modo; Anci rappresenta tutti i sindaci, indipendentemente dal loro colore, e si prende cura delle loro istanze. Noi non abbiamo fatto altro che farci interpreti e riportare lo stato d'animo raccolto sul territorio, dal comune più piccolo a quello più grande. E quello che tutti chiedono è confronto e condivisione, soprattutto quando si tratta di scelte che stanno a metà strada tra le competenze della Regione e quelle dei Comuni.
Siamo anche ben contenti dell'interesse dimostrato dalla Regione sulla nuova legge per i piccoli comuni. Noi ci stiamo lavorando con tantissimo impegno: sappiamo che vanno sostenuti e non messi in difficoltà con nuovi tagli ai trasferimenti, e vogliamo che vengano appoggiate le esperienze delle gestioni associate e delle unioni.
Insomma, questo è il nostro spirito e il nostro intento. Stiamo certi che sia anche quello della Regione.

Usando questo sito l'utente accetta l'installazione dei "cookie" sul proprio browser. Per saperne di piu' Approvo

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa