Piani risanamento acustico, all'Anci le osservazione dei Comuni - ANCI Toscana

11 Apr

Piani risanamento acustico, all'Anci le osservazione dei Comuni

Dove trovare le info per contribuire alle decisioni da prendere in Conferenza Unificata

Il Decreto ministeriale Ambiente 29/11/2000 prevede che gli Enti gestori di infrastrutture stradali o ferroviarie debbano redigere, per il rispetto dei limiti acustici, i relativi piani di risanamento al fine di non incedere nelle sanzioni di cui alla Legge Quadro n. 447/95.

Quindi i gestori di reti di infrastrutture lineari di interesse nazionale o di più regioni hanno l’obbligo di:

  • ·individuare le aree in cui per effetto delle infrastrutture stesse si abbia superamento dei limiti di emissione;
  • ·determinare il contributo specifico delle infrastrutture al superamento dei limiti suddetti;
  • ·presentare al Comune, alla Regione o all’autorità competente da essa indicata il piano di contenimento e abbattimento del rumore prodotto dall’esercizio delle infrastrutture.

Il Ministro dell’ambiente, a seguito di una ulteriore istruttoria tecnica svolta da ISPRA successiva alla fase di confronto gestore/regione/comuni,  d’intesa con la Conferenza unificata, approva i piani relativi alle infrastrutture di interesse nazionale o di più regioni e provvede, ugualmente di intesa con la Conferenza unificata, alla ripartizione degli accantonamenti e degli oneri su base regionale, tenuto conto delle priorità, dei costi dei risanamenti previsti per ogni regione e del costo complessivo a livello nazionale.

A questo scopo, tutti i Comuni hanno la possibilità di accedere alla nuova area del sito del Ministero ambiente  per la consultazione dei Piani dei diversi gestori:

N.B. Al fine di visionare la documentazione dalla suddetta area è necessario l’utilizzo di un apposito programma di trasferimento protetto dei file, quale ad es. “Filezilla”.

I Comuni potranno quindi inviare all’ANCI all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. le osservazioni formali da sottoporre al Ministero dell’Ambiente e da presentare formalmente in Conferenza Unificata.

Usando questo sito l'utente accetta l'installazione dei "cookie" sul proprio browser. Per saperne di piu' Approvo

ANCI Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Iscriviti alla nuova Newsletter di Anci Toscana per restare sempre aggiornato sulle novità che riguardano il mondo dei comuni

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa